10 motivi inaspettati per cui le nuove mamme si sentono così stanche e cosa fare al riguardo

Le parole nuova mamma e stanchezza vanno praticamente di pari passo. Anche se c’è da aspettarselo in una certa misura, è più di un semplice rito di passaggio verso la maternità. Ci sono ragioni reali dietro la tua stanchezza… il che significa che ci sono soluzioni reali.

Ecco 10 delle 10.687.653 ragioni per cui potresti essere così stanca, mamma:

1. Il recupero dalla nascita richiede molto tempo

Hai probabilmente sentito che ci vogliono circa sei-otto settimane per recuperare dalla nascita. Questo è più o meno vero: è il tempo che ci vuole perché l’utero si riduca alle dimensioni precedenti la gravidanza (un processo chiamato involuzione). Ma vi dirò che non ho mai incontrato una donna che “si sentiva di nuovo se stessa” a sei settimane di distanza.

La gravidanza e la nascita sono probabilmente le cose più intense che il nostro corpo faccia. Il recupero è molto più che un utero rimpicciolito – coinvolge ogni aspetto del nostro corpo e della nostra mente. Dobbiamo iniziare a guardare alla nostra transizione verso la maternità come una scoperta delle nostre nuove identità, non come un ritorno ad una versione di noi stesse prima del parto.

Cosa puoi fare: Guarire. So che questo sembra sciocco nella sua semplicità. Ma non ci si aspetterebbe mai che qualcuno pulisca la casa pochi giorni dopo aver subito un intervento chirurgico, o che faccia delle commissioni quando sta superando l’influenza – quindi perché ci aspettiamo che noi stessi ci riprendiamo dal parto? La gravidanza e il parto non sono disturbi, ma sono il vero affare. Sii gentile con te stessa, e permetti al tuo corpo di guarire.

FATURED VIDEO

2. Potresti essere anemica

Si stima che ben il 56% delle neomamme siano anemiche (hanno bassi livelli di ferro nel sangue). Questo può essere causato dalla gravidanza stessa, dalla mancanza di cibi ricchi di ferro, o dal sanguinamento durante o dopo il parto. L’anemia può includere un ritmo cardiaco veloce, difficoltà di respirazione, vertigini e, naturalmente, stanchezza.

Cosa puoi fare: Parla con il tuo fornitore. Un semplice esame del sangue può determinare i tuoi livelli di ferro, e alcuni supplementi e cambiamenti nella dieta possono spesso aiutarti a sentirti meglio.

3. Il tuo cervello è in allerta

Il pianto è il modo del tuo bambino di farti sapere che ha bisogno di qualcosa. Naturalmente questo metodo di comunicazione è super importante ora, ma ai tempi delle nostre donne delle caverne, era essenziale per la sopravvivenza: il bambino vede l’orso, il bambino piange, la mamma salva il bambino dall’orso.

Mentre gli orsi sono generalmente meno pericolosi ora, il nostro cervello risponde ancora come se lo fossero. La ricerca mostra che quando un bambino piange, il cervello di una donna viene attivato in uno stato di allerta acuta, mentre quello di un uomo no. Questa costante consapevolezza del pericolo può essere piuttosto estenuante.

Cosa fare: Provare a meditare. Un recente studio ha scoperto che le madri che hanno meditato hanno sperimentato un maggiore senso di auto-efficacia, un migliore benessere e una diminuzione dello stress. Se hai bisogno di aiuto per iniziare, noi amiamo HeadSpace!

4. Il tuo orario di lavoro è ridicolo

La mamma media di un bambino dai 5 ai 12 anni negli Stati Uniti lavora 14 ore al giorno, ogni singolo giorno. Questo significa che spende 98 ore a settimana facendo lavoro e/o attività relative alla genitorialità. Ora aggiungete a questo il lavoro di una madre con un neonato, che si sveglia ogni due o tre ore per tutta la notte – sono esausto solo scrivendo questo.

Il tuo lavoro come mamma è fisicamente ed emotivamente impegnativo – e il tuo piccolo capo non ti lascia mai prendere una pausa. Puoi anche amare essere una mamma, ma questo non significa che tu non stia lavorando troppo.

Cosa fare: Prenditi una pausa. Le leggi sul lavoro esistono per un motivo! Le pause sono necessarie per il funzionamento ottimale e il benessere mentale. Le ricerche indicano che anche una pausa di cinque minuti, se fatta prima di sentirsi completamente esauriti, può aiutare ad aumentare i livelli di energia in modo significativo. Chiedi a un amico di venire a tenere il bambino mentre ti fai la doccia in pace, porta il bambino a fare una passeggiata intorno all’isolato, o il passatempo preferito di #teamotherly: Target.

5. Le mamme fanno multitasking, tutto il tempo

Gli studi hanno scoperto che le donne sono migliori nel multitasking, probabilmente perché lo facciamo sempre. Mentre questo si è dimostrato vantaggioso per la nostra sopravvivenza come esseri umani (ed essere in grado di acquistare contemporaneamente su Amazon mentre parli con la tua migliore amica e impedire ai tuoi figli di provare a vedere se quel gatto sa fare il paracadutismo), prende un serio pedaggio sul nostro cervello.

Daniel Levitin, professore di neuroscienze comportamentali alla McGill University, ha detto a Quartz che il multitasking “ha un costo biologico che finisce per farci sentire stanchi molto più rapidamente che se sosteniamo l’attenzione su una cosa sola.”

Cosa puoi fare: Il professor Levitin raccomanda di fare pause di 15 minuti ogni poche ore per lasciare semplicemente vagare la mente. Ciao, sogna ad occhi aperti, credente!

6. Le donne hanno fisicamente bisogno di dormire più degli uomini

Lo dice la scienza. Non c’è di che.

La ricerca scopre che le donne hanno bisogno di circa 20 minuti di sonno in più rispetto agli uomini (probabilmente a causa di tutto quel multitasking che il nostro cervello sta cercando di fare). Mentre 20 minuti non sembrano esattamente una quantità lussuosa di sonno, spiegano perché potrebbe essere difficile per noi tirarci fuori dal letto la mattina.

Cosa puoi fare: Vai a letto 20 minuti prima. Solo 20 minuti. Potresti essere sorpreso da quanto ti sentirai meglio al mattino.

7. L’allattamento al seno è difficile

In generale, siamo abbastanza bravi a prenderci cura del nostro corpo quando siamo incinte, ma una volta che il bambino è nato spesso diamo per scontato che il nostro lavoro fisico sia finito, e torniamo alle nostre abitudini pre-gravidanza.

Tuttavia, le donne che allattano al seno stanno effettivamente usando più energia per produrre latte materno di quanta ne usavano per crescere i loro bambini quando erano incinte. Ci vogliono circa 500 calorie al giorno per allattare esclusivamente un bambino – che è l’equivalente di camminare per circa sette miglia al giorno!

Cosa puoi fare: Mangiare. Se stai allattando, assicurati di assumere 1800-2200 calorie al giorno (a meno che il tuo fornitore non suggerisca diversamente, ovviamente). Dai un’occhiata ad alcune delle nostre idee preferite per l’allattamento al seno qui.

8. Depressione post-partum

Mentre la stanchezza è prevedibile dopo aver avuto un bambino, la ricerca ha scoperto che le donne che continuano a sentirsi molto stanche per settimane dopo la nascita hanno maggiori probabilità di ricevere una diagnosi di depressione post-partum.

Forse la depressione sta causando la stanchezza, o forse la stanchezza sta causando la depressione – in entrambi i casi, se sei davvero stanca potrebbe essere una bandiera rossa.

Cosa puoi fare: Chiedere aiuto. Fino al 25% delle nuove mamme sperimenteranno la depressione post-partum o l’ansia. Non siete soli, e c’è così tanto là fuori che può aiutarvi. Parla con il tuo fornitore o dirigiti verso un pronto soccorso se è davvero grave.

9. Affaticamento decisionale

Le mamme di tutto il mondo annuiscono.

Gli scienziati hanno scoperto che abbiamo solo tanta energia da dedicare al processo decisionale – una volta finita, è finita (almeno per quel giorno).

John Tierney ha scritto sul New York Times: “L’affaticamento decisionale aiuta a spiegare perché le persone normalmente sensibili si arrabbiano con colleghi e famiglie, esagerano con i vestiti, comprano cibo spazzatura al supermercato e non possono resistere all’offerta del rivenditore di rendere la loro nuova auto inossidabile. Non importa quanto razionale e di buon senso si cerchi di essere, non si può prendere una decisione dopo l’altra senza pagare un prezzo biologico.”

La maternità è una collezione apparentemente infinita di decisioni che devono essere prese. Non c’è da meravigliarsi se il nostro cervello si sente come una poltiglia alla fine della giornata.

Cosa puoi fare: Scattate. Prenditi del tempo per capire cosa puoi mettere sul pilota automatico. Per esempio, decidi una o due settimane di menu a rotazione, e non allontanartene mai. Taco Tuesday ogni martedì ci sembra giusto.

10. Non ci prendiamo molta cura di noi stessi

Sei una mamma fantastica per il tuo piccolo. Ma sei una mamma fantastica per te stessa? Mi azzarderei a sostenere che ogni mamma là fuori potrebbe sopportare di dare la priorità a se stessa più di quanto non faccia. Siamo così presi dal senso di colpa di “siamo abbastanza?” per i nostri figli, che ci dimentichiamo di essere abbastanza per noi stessi.

Prenditi cura di te, mamma. Metti te stessa al primo posto, a volte. Te lo prometto, i tuoi figli staranno bene – e persino cresceranno – quando lo farai.

Cosa puoi fare: QUALSIASI COSA TU VOGLIA! Fai qualcosa (o molte cose) solo per te. Ce l’hai.

Ti potrebbe anche piacere:

  • 5 potenti modi in cui le mamme sensibili possono prendersi cura di se stesse
  • Confessioni di una mamma stanca
  • Mamma stanca: Credi alle persone che dicono di voler aiutare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.