5 domande da fare prima di adottare un secondo gatto

Living

By Lindsay Putnam

September 6, 2015 | 12:07pm

Getty Images

Accogliere un bambino peloso nella tua casa può essere uno dei giorni più belli della vita di un proprietario di gatti. Una palla di pelo a quattro zampe può portare una gioia incontenibile – e non passerà molto tempo prima che tu fantastichi di dare al tuo animale un fratello o una sorella.

Ma se non conosci le difficoltà che vengono con un secondo felino, le cose potrebbero finire in un disastro.

“Abbiamo delle aspettative su come dovrebbe essere – che questi due gatti si coccolino e si spulcino a vicenda – e questo è ciò che fa fallire le adozioni”, dice Jackson Galaxy, comportamentista di gatti e conduttore del programma di Animal Planet “My Cat From Hell”.”

Perciò, prima di entrare nel territorio delle cat-
lady, considera queste cinque cose prima e durante la fase di adozione per assicurarti che la seconda transizione felina vada liscia per tutte le parti coinvolte.

Al tuo gatto piacciono i felini?

Prima di fare qualsiasi altra cosa, devi sapere se il tuo animale tollererebbe un secondo gattino in casa – altrimenti, potresti finire come arbitro in una perenne lotta tra gatti.

Se hai adottato il tuo attuale animale da un rifugio, chiama e chiedi se è andato d’accordo con i suoi compagni di stanza. Se non è stata esposta ad altri gatti, cercate indizi sottili su come potrebbe reagire. “Se i tuoi amici vengono da te e hanno l’odore di altri gatti e il tuo sembra turbato, agitato o sibila, potrebbe essere un indicatore”, dice Adi Hovav, consulente senior del comportamento felino presso l’ASPCA.

Il nuovo animale domestico è per il tuo gatto, o per te?

Potresti sentirti in colpa per aver lasciato Fluffy da solo nell’appartamento tutto il giorno mentre sei al lavoro, ma lei si sente allo stesso modo?

“Una volta ho parlato con una coppia che pensava che il loro gatto volesse un altro gatto perché sembrava solo e dormiva tutto il giorno”, dice Hovav. “Ho spiegato che questo non è insolito. In effetti, sembrava che il loro gatto fosse molto felice.”

Anche se il tuo felino si sente solo, è probabile che sia tu a desiderare, non un animale strano.

“Di solito scoprirai che con due gatti, stanno conducendo vite separate ma uguali – sei tu che adorano e amano”, dice Sandra DeFeo, direttore esecutivo della Humane Society di New York.

Sei pronto a giocare a fare il sensale?

Congratulazioni per la tua decisione di aggiungere alla tua nidiata – ma ora hai il compito di trovare il compagno perfetto per il tuo bambino a quattro zampe.

Jackson GalaxyPhilip Cuenco

Finché entrambi gli animali sono sterilizzati o castrati, il sesso dei gatti non ha importanza; è il temperamento e l’età che dovrai prendere in considerazione.

“Diciamo che il tuo gatto ti accoglie alla porta d’ingresso ed è socievole ed estroverso”, dice Galaxy. “Potresti voler scegliere un gatto che si tira un po’ indietro, che è un po’ curioso ma non zelante, perché quel gatto può imparare molto dal tuo, e il tuo gatto non si sentirà minacciato da questo.”

Per quanto riguarda l’età, scegli un gatto della stessa età con livelli di attività simili, o fai il grande passo e prendi un gattino. “I gatti più vecchi, anche i gatti maschi, si comportano in modo materno e cercano di guidarli”, spiega DeFeo.

Puoi fare l’arbitro?

I gatti sono territoriali, quindi invece di appoggiare il tuo nuovo animale sul pavimento del soggiorno, fai attenzione a tenerli separati – possibilmente per settimane.

Galaxy raccomanda di separare i due gatti in stanze adiacenti, e di mettere le loro ciotole di cibo ai lati opposti di una porta allo stesso tempo. “Ogni volta che il vostro gatto sente l’odore del nuovo gatto, lo assocerà al cibo. E questo è l’inizio di una bella amicizia”, dice Galaxy.

Sapete quando farla finita?

“Se litigano sempre, e non sono felici, allora dovete pensare alla pace e alla felicità”, dice DeFeo, che raccomanda di chiedere se il rifugio accetta restituzioni prima di finalizzare l’adozione.

La vostra esperienza può ancora rivelarsi vantaggiosa per il nuovo arrivato, che avrà ancora più informazioni disponibili per il suo prossimo proprietario.

“Se è il gatto residente che non accetta, sappiamo che il gatto è ancora molto amichevole”, dice Hovav. “Se è il gatto del rifugio che non stava bene, allora ci assicureremo che il prossimo adottante sappia che questo gatto sarebbe più felice come unico gatto in casa.”

Ma non abbassate la testa per la sconfitta; avete comunque aiutato un felino a trovare la sua casa ideale, ed è questo che conta.

Condividi questo:

Archiviato sottogatti, adozione di animali, Animali domestici, 9/6/15

Altro su:

gatti

Il gatto italiano avrebbe preso dai proprietari la variante COVID-19 del Regno Unito

Il gatto gatto è totalmente “zampa”

Il più vecchio cimitero di animali conosciuto trovato in Egitto

Gattino cieco salvato e riportato alla salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.