5 Reasons Crazy Girls Do It Better

C’è una certa parolina che piace essere appiccicata alle donne che scelgono di vivere fuori da una certa norma accettata. E questa etichetta è “pazza”. Non solo mette connotazioni negative a coloro che effettivamente vivono con una malattia mentale (non le persone a cui mi riferisco in questo articolo), ma dipinge anche queste donne straordinarie come “altre”, persone di cui diffidare, di cui essere scettici, da non prendere sul serio. Qui spiego perché, in realtà, le ragazze pazze semplicemente fanno la vita meglio.

1.In realtà non sono affatto pazze.

“Trasforma il proprio buio nella propria luce. Vede le sue ombre private – e le ama. Incontra le proprie profondità emotive – e le possiede. Affronta le sue paure private di separazione – e si eleva al di sopra dell’illusione. Lei è la fonte del suo Sé ed è sempre in un più grande stato di divenire”. -Molly McCord

La cosa folle delle ragazze pazze è che in realtà non sono affatto pazze. In realtà sono ridicolmente intelligenti. Il modo in cui hanno scelto di vivere la loro vita è una decisione totalmente cosciente, nata da anni di domande sulla natura di se stesse, degli altri e del mondo che le circonda, e decidendo qual è il modo migliore per loro. Si sono resi conto che è impossibile che un modello di felicità a taglia unica possa funzionare per tutti e sette i miliardi di noi, così invece di ascoltare i consigli dei poteri che la circondano sta elaborando ciò che le serve. Anche se gli altri potrebbero vederla fare quelli che loro chiamano errori mentre va avanti su questa strada, lei li chiama semplicemente lezioni mentre li mette amorevolmente nella sua cassetta degli attrezzi per imparare da loro lungo la strada.

2.Sono ferocemente appassionati

“E tu hai provato a cambiare, vero? Hai chiuso di più la bocca. Hai cercato di essere più morbida, più carina, meno volubile, meno sveglia… Non si possono fare case con gli esseri umani. Qualcuno dovrebbe averglielo già detto. E se vuole andarsene, che se ne vada. Tu sei terrificante, e strano, e bellissimo. Qualcosa che non tutti sanno amare”. -Warsan Shire

La ragazza pazza è follemente passionale e non ama con mezze misure. Che si tratti di un progetto, di un soggetto, di un luogo o delle persone della sua tribù, se ama qualcosa lo ama scioccamente, gettandosi a capofitto. Se ama qualcosa, vuole annusarla, assaggiarla, imparare tutto quello che c’è da sapere su di essa. Non capisce come alcune persone mostrino il loro amore solo in occasioni speciali una volta all’anno. Né capisce come alcune persone esprimano la loro gratitudine in retrospettiva. Pensa che ogni giorno sia un buon giorno per tirare fuori un po’ di L e G, perché sa che ogni singolo giorno potrebbe essere l’ultimo di qualcuno.

Quando protegge le cose che ama può essere aggressiva come il diavolo. È da qui che deriva l’etichetta di “pazza”, poiché nel corso della storia occidentale una donna era considerata pazza o isterica se mostrava certi “sintomi”: eccitabilità emotiva, schiettezza e desiderio sessuale. Apporre una condizione medica su di essa rendeva più facile per la gente emarginarla e prenderla in giro. Ora, la donna pazza non si preoccupa di ciò che la società la etichetta come, perché è solo occupata a fare lei. Sa che le etichette offensive sono solo un piccolo prezzo da pagare per vivere fedele a se stessa. Sa che vivere una vita di moderazione sarebbe molto più difficile. E questo è quanto.

3.Tira fuori la realtà dagli altri

“Ammettilo. Tu non sei come loro. Non ci sei nemmeno vicino. Puoi occasionalmente vestirti come uno di loro, guardare gli stessi programmi televisivi senza cervello che guardano loro, forse anche mangiare lo stesso fast food a volte. Ma sembra che più cerchi di inserirti, più ti senti un estraneo, osservando le “persone normali” mentre vivono le loro esistenze automatiche. Per ogni volta che dici parole d’ordine del club come “Buona giornata” e “Il tempo è terribile oggi, eh?”, dentro di te brami di dire cose proibite come “Dimmi qualcosa che ti fa piangere” o “A cosa pensi che serva il deja vu?”. Ammettilo, vuoi persino parlare con quella ragazza nell’ascensore. Ma cosa succede se quella ragazza in ascensore (e l’uomo calvo che passa davanti al tuo cubicolo al lavoro) stanno pensando la stessa cosa? Chi sa cosa si potrebbe imparare correndo il rischio di conversare con un estraneo? Ognuno porta un pezzo del puzzle. Nessuno entra nella tua vita per pura coincidenza. Fidati del tuo istinto. Fai l’inaspettato. Trova gli altri…” -Timothy Leary

Questa ragazza non ha la pazienza per le chiacchiere. La conversazione riempi-tempo la addolora quasi fisicamente. Quindi questa ragazza ti incoraggia a deviare dal copione standard delle norme sociali. Più o meno nello stesso momento in cui la gente normale che hai appena incontrato ti chiede cosa fai per lavoro, lei ti chiede dell’ultima volta che hai pianto o del tuo rapporto con l’universo. E stranamente, ti senti a tuo agio a dirglielo. Lei non ha pazienza per le cortine di fumo o la faccia accuratamente coltivata che metti in mostra e preferisce arrivare alla cruda, intera verità di te; le parti di cui sei orgoglioso e le altre di cui forse non sei così. Cosa che, tra l’altro, lei accetterà con tutto il cuore. E sappiate che quando si infiamma per qualcosa che avete detto, non sta cercando di smorzarvi. Vi sta incoraggiando a venirle incontro nella luce cruda e autentica, e amerà chiunque sia sciocco a farlo.

4.Sono davvero persone gentili

“Portami la tua sofferenza.

Il rantolo delle ossa rotte.

Portami il tumulto nel tuo cuore.

Furioso, selvaggio e crudo.

Portalo tutto.

Non ho paura del buio.” -Mia Hollow

Per tutta la sua intensità e passione, la ragazza pazza è in realtà incapace di infliggere dolore ad un’altra persona, anche a chi le ha fatto del male. Ha l’abitudine di assorbire il dolore da coloro che la circondano e tende a fare la sua missione per portarlo via – anche se non è in suo potere farlo. Ha sviluppato una forte intelligenza emotiva nel corso degli anni e non si tira indietro di fronte alle ombre, sia sue che degli altri. Per questo motivo le persone tendono a sentirsi al sicuro con lei e le consegnano volentieri i loro segreti da custodire, lasciandosi tirare sotto la sua ala protettiva per avere ispirazione e guida.

5.Le storie che si lasciano dietro

“I doni ci arrivano quando ci apriamo alla più grande verità che quelli prima di noi conoscevano: c’è un mondo più grande dietro quello che vediamo intorno a noi ogni giorno. Quel mondo più grande ci ama più di quanto possiamo immaginare, e ci guarda in ogni momento, sperando che noi vediamo nel mondo che ci circonda i segni che è lì” -Eben Alexander, M.D.

Quando la ragazza pazza lascia la terra, a volte troppo presto, si lascia dietro il tipo di eredità che non muore neanche anni dopo. Nessuno si preoccupa di quanto siano state o non siano state convenzionalmente di successo, di quello che hanno avuto o non hanno. Parlano di come lei ha vissuto veramente, realmente. Anni dopo, stanno ancora ridendo di quella volta che è rimasta alzata tutta la notte per prepararti una torta di compleanno che si è rivelata orribile, o di quella volta che ha indossato solo stelle ritagliate sui capezzoli al Rainbow Serpent Festival. Come quando concentrava la sua attenzione su di te ti sentivi come uno dei prescelti, come se fossi uno dei pochi fortunati a cui veniva rivelato un grande segreto universale. E altre storie, passate avanti e indietro come pacchi d’oro, che quando le racconti a persone che non la conoscevano ti rispondono con un clamoroso, strabico “non è possibile. Lei ha fatto cosa?”.

Non si ama solo la ragazza pazza, lei è amore. E continua sia nella vita che nella morte a ricordare alle persone che ha lasciato di vivere, non solo di esistere.

E questo, amici miei, è il motivo per cui le ragazze pazze lo fanno meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.