Come riconoscere un paziente che è strafatto di “sali da bagno”

RACCOMANDAZIONI DI PRATICA

– Includere l’uso di catinone nella diagnosi differenziale per qualsiasi paziente che mostra un comportamento psicotico paranoico o delirio allucinatorio. C

– Tenere a mente che gli effetti del catinone possono imitare il “delirio eccitato” attribuito a cocaina, metanfetamina, PCP, ed Ecstasy. C

– Considerare l’uso di benzodiazepine per controllare l’agitazione, o antipsicotici a basso dosaggio per trattare le allucinazioni. C

Forza della raccomandazione (SOR)

A Prove di buona qualità orientate al paziente
B Prove inconsistenti o di qualità limitata orientate al paziente
C Consenso, pratica abituale, opinione, prove orientate alla malattia, serie di casi

Un operaio edile di 31 anni con una storia di uso intermittente di cocaina è stato portato al dipartimento di emergenza (ED) dalla polizia. Era ammanettato e appariva confuso e spaventato. La moglie del paziente aveva chiamato la polizia dopo che lui aveva iniziato a correre attraverso un campo per inseguire dei presunti invasori della loro casa. La moglie ha riferito che poche ore prima, il paziente aveva iniziato ad avere allucinazioni ed era diventato molto timoroso dopo essersi fatto.

La sua frequenza cardiaca era 126, la pressione sanguigna 136/96 mm Hg, e la temperatura 99.6°F. Durante l’esame iniziale, il paziente si è agitato, ha tentato di aggredire un’infermiera e ha cercato di lasciare l’ED prima di essere sottomesso. Un esame delle urine per le droghe era negativo per la cocaina. La sua creatina fosfochinasi era 850 U/L, la creatinina 2,32 mg/dL e l’azoto ureico nel sangue 27 mg/dL.

Il team di assistenza sanitaria apprese che la droga che aveva sniffato in precedenza quel giorno – e il giorno prima – era “sali da bagno”.

Questo paziente era uno dei 30 che abbiamo visto nel nostro ospedale universitario nell’ultimo anno.

Dall’inizio del 2010, i dipartimenti di emergenza, le strutture psichiatriche e i centri antiveleno hanno visto un aumento del numero di pazienti che abusano di nuovi stimolanti sintetici – i catinoni – che una volta erano venduti nei negozi e nelle tabaccherie e spesso etichettati innocuamente come “sali da bagno” o “plant food”. Le vendite sono diventate in gran parte clandestine, vendute da coloro che trafficano in metanfetamina e cocaina. Questi prodotti sono disponibili anche per l’acquisto online e possono essere venduti con nomi provocatori come “Cloud Nine” o “Rave”.1 Nel 2010, i centri antiveleni hanno ricevuto 304 chiamate relative all’uso di queste sostanze; nel 2011, il numero era 6138.2

Catinone: Una droga ricreativa emergente

Per secoli i popoli dell’Africa orientale e della penisola araba hanno usato le foglie della pianta indigena del khat (Catha edulis) per le sue proprietà simili all’anfetamina.3 Il suo ingrediente attivo, il catinone, è uno stimolante del sistema nervoso centrale che inibisce la ricaptazione della dopamina.4 Nel 2005, estratti della pianta sono stati importati in Israele come “Hagigat” e promossi come stimolante o afrodisiaco. Questi prodotti sono stati vietati dal governo israeliano nel 2008 in seguito a casi documentati di sequele cardiovascolari e neurologiche.5

Il crescente problema degli analoghi sintetici del catinone negli Stati Uniti. Nel 2008, gli analoghi sintetici del catinone sono stati identificati per la prima volta in un’analisi di droghe sequestrate negli Stati Uniti da individui che soffrivano di reazioni psicologiche al loro uso.1 Due di queste sostanze, il 4-metilcatinone (mefedrone) e il 3,4-metilendioxypyrovalerone (MDPV), sono da allora circolati in tutto il mondo, pubblicizzati da informazioni su Internet. Sebbene le confezioni vendute come “sali da bagno” dichiarino chiaramente che il contenuto non è destinato al consumo umano, i siti web promuovono le sostanze chimiche come “legal highs”. 6

Mentre queste sostanze venivano vietate in molti paesi dell’Europa occidentale, il loro uso aumentava rapidamente negli Stati Uniti e altrove, spesso come alternativa alla cocaina. L’aumento del numero di segnalazioni ai centri antiveleni in tutti gli Stati Uniti fornisce la prova del crescente uso di queste droghe, nonostante la legislazione che vieta il possesso e la vendita in molti stati.7 Nel settembre 2011, la Drug Enforcement Agency degli Stati Uniti, utilizzando la sua autorità di programmazione di emergenza, ha reso illegale il possesso e la vendita di MDPV e mefedrone in tutti gli Stati Uniti.8

Chi sta usando i sali da bagno? Un esame delle chiamate a 2 centri antiveleni che hanno coinvolto 236 pazienti in un periodo di 7 mesi che si è concluso nel febbraio 2011 suggerisce che i consumatori di catinoni sono principalmente maschi (78%) e giovani (età modale 26 anni).7 Molti consumatori di catinoni non usano regolarmente altre droghe a scopo ricreativo, e credono che la vendita aperta di queste sostanze implichi un basso rischio.7 Tuttavia, una serie riportata da un ospedale del Michigan ha indicato che il 69% dei consumatori che si presentano al pronto soccorso hanno riconosciuto un uso passato di droghe illecite.9

Come sono le droghe. Il mefedrone e l’MDPV sono forniti come polveri bianche confezionate in piccoli pacchetti da 500 mg e venduti per circa 25 dollari. La maggior parte dei consumatori prende la droga per insufflazione nasale, anche se c’è una tendenza allarmante verso l’uso per via endovenosa.7 Gli effetti previsti nell’uso di questi stimolanti sono una maggiore attenzione ed energia, così come l’euforia. Dosi di circa 25 mg producono questi effetti nella maggior parte degli individui e durano da 2 a 3 ore, portando alcuni utenti a ridosare compulsivamente per mantenere gli effetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.