Eric Harris Biografia

Attacco alla Columbine High

Studente forte, Harris guadagnava buoni voti, ma il suo lavoro scolastico spesso presentava immagini violente e dettagli cruenti. Qualche tempo dopo il suo arresto, ha iniziato a pianificare un attacco alla sua scuola con Klebold. Per circa un anno, i due si prepararono per quello che chiamavano “il giorno del giudizio”. Volevano uccidere centinaia di persone nella loro scuola, sperando di ottenere una fama duratura, mentre misuravano la loro vendetta contro le persone che odiavano. Harris scrisse dei loro piani nel suo diario.

Harris e Klebold impararono a costruire bombe e acquistarono armi. Harris, usando il soprannome “Reb”, pubblicò persino informazioni sulla costruzione di bombe sul suo sito web. Un amico di Klebold li aiutò a ottenere tre delle armi e un collega della pizzeria dove Harris aveva un lavoro part-time li aiutò a ottenere la quarta pistola. Hanno anche fatto diversi video in cui discutono il loro complotto, che era pieno di rabbia, commenti razzisti e qualche preoccupazione per i loro genitori. Probabilmente aggiungendo carburante alla sua rabbia esistente, Harris era stato rifiutato dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti poco prima degli omicidi a causa dei suoi farmaci psichiatrici. Stava prendendo Luvox per la sua depressione.

Dopo mesi di pianificazione, Harris e Klebold realizzarono l’assalto alla loro scuola la mattina del 20 aprile 1999, che era anche il compleanno di Hitler. Avevano piazzato una bomba nella mensa della scuola, che doveva esplodere intorno alle 11 del mattino, il che avrebbe dovuto costringere tutti ad evacuare l’edificio. Harris e Klebold avevano pianificato di sparare alle persone mentre entravano nel parcheggio.

Quando la bomba fallì, i due entrarono nella scuola poco dopo le 11 e iniziarono a sparare. Per meno di un’ora, hanno terrorizzato la scuola, uccidendo 12 studenti e un insegnante e ferendone più di 20. Tornando alla biblioteca, dove avevano ucciso e ferito diverse persone, Harris si sparò alla testa, così come Klebold pochi istanti dopo.

La nazione fu scossa dalla notizia della sparatoria nella scuola, ed entrambi gli assassini e la risposta delle autorità all’assedio furono indagati a fondo. Con molti che si chiedono come la tragedia avrebbe potuto essere evitata e come la polizia e gli operatori di emergenza avrebbero potuto gestire meglio la situazione. Le scuole di tutto il paese hanno cercato di capire cosa avrebbero fatto durante una tale emergenza e per identificare e curare gli studenti potenzialmente violenti.

Tragmaticamente, Harris e Klebold sono serviti come esempio spesso citato da altri giovani tiratori scolastici che hanno seguito la loro scia, compreso il killer del Virginia Tech del 2007 Seung-Hui Cho.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.