Molecola del lattosio

Molecola del lattosio

Cos’è il lattosio?

Il lattosio è lo zucchero che costituisce circa il 2-8% dei solidi del latte. Il nome deriva dal latino per il latte, più la desinenza -ose usata per chiamare gli zuccheri. Il lattosio è un disaccaride composto da due subunità, un galattosio e un glucosio legati insieme. La sua formula empirica è C12H22O11 e il suo peso molecolare è 342,3. Nei giovani mammiferi, un enzima chiamato lattasi è secreto dai villi intestinali, e questo enzima scinde la molecola nelle sue due subunità per l’assorbimento.

Il lattosio e la dieta

Normalmente, quando i giovani crescono, la produzione di lattasi cessa gradualmente, e sono quindi incapaci di metabolizzare il lattosio. Questo è forse un meccanismo evolutivo per imporre lo svezzamento dei piccoli. Questa perdita di lattasi alla maturazione è anche il modello predefinito nella maggior parte della razza umana. Tuttavia, in alcuni esseri umani (soprattutto quelli con antenati nella regione geografica approssimativa di Europa, Medio Oriente e India), l’enzima viene mantenuto in età adulta, e i prodotti lattiero-caseari costituiscono una parte sostanziale della dieta degli adulti. Sembrerebbe che millenni di allevamento in quelle regioni, con la mungitura di pecore, bovini, capre e bufali d’acqua, abbiano causato un adattamento evolutivo a una dieta adulta contenente latte. (Questo processo di mantenimento delle caratteristiche infantili in età adulta è uno dei percorsi più semplici di adattamento evolutivo, ed è noto come neotenia) Il fatto che almeno alcuni esseri umani hanno fatto adattamenti al lattosio nella dieta adulta sembrerebbe, tra l’altro, mettere in dubbio alcuni argomenti dei sostenitori della cosiddetta ‘dieta dell’età della pietra’, che sostengono che le esigenze metaboliche umane non sono cambiate dall’ultima era glaciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.