Supporto emotivo

Senso di colpa e rimpianto

Il senso di colpa e il rimpianto sono molto potenti e sono spesso sentimenti incompresi. Il senso di colpa è il sentimento che risulta quando una persona crede di aver fatto qualcosa di sbagliato. Il rimpianto è il desiderio di cambiare qualcosa che è già accaduto.

Dopo un aborto una donna può sentirsi triste, male e confusa. Questi sentimenti di tristezza e perdita possono essere male interpretati come colpa e rimpianto attraverso un processo di logica difettosa come questo: Se ho scelto di abortire e mi sento triste e in colpa per questo, deve essere stata la decisione sbagliata, perciò dovrei sentirmi colpevole e pentirmi della mia scelta di abortire.

Avere un aborto può essere una circostanza insolita per alcune donne. Una donna può sentirsi molto triste per la perdita della gravidanza e poiché ha scelto di abortire, diventa sia la vittima della perdita sia la persona che ha causato la perdita; questo può portare una donna a picchiarsi emotivamente. Il senso di colpa e il rimpianto sono le armi che usa per fare questo.

È utile che una donna guardi realisticamente al perché ha scelto di abortire. Spesso questa è la logica più vera:

Ho scelto di abortire. È una perdita. È stata una scelta difficile da fare e sono molto triste per questo. Mi dispiace profondamente che la situazione non sia stata diversa. Avrei voluto essere in un tempo e in un luogo in cui avrei potuto fare da genitore o dare in adozione un bambino. Ho preso la migliore decisione possibile in quel momento con le risorse che avevo.

Esaminiamo separatamente ognuna di queste forti emozioni.

Colpa

La colpa è la sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato. Sentirsi in colpa dopo un aborto può succedere per diverse ragioni: Una donna si sente triste e delusa di non essere stata all’altezza delle proprie convinzioni. Può credere di aver deluso qualcun altro non soddisfacendo le sue aspettative. Può temere di essere scoperta o punita. Una donna può crogiolarsi nel senso di colpa come auto punizione. Può pensare che deve un prezzo emotivo per aver abortito.

Anche se a volte il senso di colpa ha un risultato positivo, può essere molto dannoso. Il senso di colpa può agire come un motivatore temporaneo per una donna per cambiare qualche parte della sua vita; tuttavia, è per lo più drenante, dannoso e distruttivo.

Il senso di colpa è relazionale. Cioè, ci si può sentire colpevoli solo all’interno di un sistema di credenze che dice che ciò che si è fatto è sbagliato. Quando una donna è nel mezzo del caos emotivo, non può essere obiettiva, cioè non può vedere le cose da un punto più alto. Se una donna si concede un po’ di tempo e ricorda perché ha preso la decisione che ha preso, può arrivare a vedere la sua situazione da una prospettiva diversa.

Può essere difficile muoversi attraverso il senso di colpa senza una certa assistenza. Quando passiamo molto tempo nei nostri pensieri, possiamo impazzire. Se ti senti in colpa, cerca una persona utile: un amico, un membro della famiglia o un consulente professionale, come quelli della YWCA Sexual Wellness Community Support Specialist 780-423-9922 ext# 312 o Woman’s Health Options 780-484-1124.

E’ importante capire esattamente per cosa ti senti in colpa per poter andare oltre i sentimenti negativi. Prova a scrivere: œMi sento in colpa perché… Scrivi più risposte possibili. Una donna può scrivere che si sente colpevole perché: ha messo fine a una vita ~ è egoista ~ deve soffrire o non sarà perdonata ~ si è lasciata mettere incinta ~ ha allontanato il suo compagno ~ è colpevole perché non si sente male per aver abortito.

Una volta che una donna ha identificato perché si sente colpevole può essere utile ricordare perché ha preso la decisione di abortire. Provate a scrivere: Ho abortito perché: È importante tenere a mente che tutte le donne abortiscono per ragioni diverse e spesso ci sono molti fattori che portano alla decisione di una donna di abortire; una ragione non è meno importante di un’altra.

Assicuratevi che le vostre ragioni siano abbastanza concrete. Non aiuta scrivere: Ho abortito perché: Sono una stupida. Vi sentirete solo male con voi stessi e non otterrete alcuna comprensione. Questo è il punto in cui può essere utile avere un’altra persona con cui parlare dei vostri sentimenti.

Una volta che avete riconosciuto ciò che vi sta facendo sentire colpevoli, allora assolvete voi stessi; trovate un modo per perdonarvi.

Il perdono di voi stessi arriverà cambiando il modo in cui pensate a voi stessi e come vi trattate. Provate a seguire alcuni dei consigli per affrontare l’aborto. Pensate a modi sani e costruttivi per incanalare i vostri sentimenti intensi, come creare arte visiva, scrivere una poesia o una storia o fare del volontariato.

Ritualli o cerimonie possono essere un modo costruttivo per ottenere il perdono di sé. Puoi usare il seguente link per avere un’idea di come sia un rituale di perdono.

Solo quando una donna decide che merita il perdono sarà in grado di andare avanti.

Il discorso negativo di sé è comune quando una persona prova sentimenti di colpa. Cambiare il discorso negativo in un discorso positivo probabilmente allevierà i sentimenti negativi. Usare affermazioni positive può essere un modo efficace per cambiare il modo in cui una donna pensa alla sua decisione di abortire.

Rincrescimento

Spesso usiamo troppo o male la parola rimpianto. Se state dicendo che mi pento di aver abortito, assicuratevi che non state confondendo il rimpianto con la tristezza per una delle tante perdite che potreste provare. Qualsiasi sentimento di tristezza e di perdita deve essere riconosciuto ed elaborato. Una donna che identifica alcune delle perdite che sta provando sarà meglio in grado di affrontare questi forti sentimenti.

Può essere spaventoso se state sperimentando emozioni che sono più intense di quanto vi aspettavate. A volte quando ci sentiamo confusi e tristi o colpevoli usiamo il termine rimpianto, perché non sappiamo come affrontare emozioni così intense. È più facile dire che se non avessi mai abortito, ora non mi sentirei così, piuttosto che affrontare i sentimenti. (Questa intensità è un segno che dovreste parlare con un amico o un consulente).

Il vero rimpianto è quando vorreste aver preso una decisione diversa anche se vi trovaste nelle stesse circostanze nello stesso luogo e tempo. Le donne prendono la decisione di abortire in base a molti fattori interrelati (per esempio: povertà, genitori single, rottura di una relazione, violenza familiare, etc.) Spesso la situazione e le circostanze intorno alla gravidanza sono i fattori principali che influenzano una donna a scegliere l’aborto. È importante ricordare che la situazione e le circostanze a volte sono immutabili, non importa quanto vorremmo che fossero diverse.

Ci sono molte ragioni per cui una donna potrebbe sentirsi pentita dopo aver abortito. Può sentirsi: ~ non è stata all’altezza delle sue convinzioni e dei suoi valori ~ debole per non aver voluto dare alla luce o dare in adozione un bambino ~ non ha avuto tutte le informazioni di cui aveva bisogno in quel momento per prendere una decisione.

Per alleviare il rimpianto o aiutare a evitare questo tipo di pensieri, provate a scrivere una lettera a voi stessi e poi mettetela via per guardarla più tardi se necessario. Nella lettera descrivi le circostanze in cui ti trovavi e le ragioni per cui hai scelto di abortire. Scrivete un po’ di come vi sentite e con chi avete condiviso o meno e perché.

Come passa il tempo dopo un evento, buono o cattivo, i nostri ricordi sbiadiscono. È più facile guardare indietro ad una situazione e ricrearla per i nostri scopi ora, che ricordarla accuratamente. Se scrivete una lettera vicino a quando avete avuto l’aborto, potete metterla via per leggerla più tardi se necessario. In questo modo sarete in grado di ricordare cosa stavate passando nel momento in cui avete preso questa decisione.

Il rimpianto è un’arma potente per farsi del male, ma a parte questo, non serve veramente a niente. Una persona può rimpiangere qualcosa per sempre e questo non cambia nulla. Tutto ciò non farà altro che tenerti bloccato nel passato, incapace di andare avanti, provare gioia e imparare dalla tua esperienza.

Può essere molto più difficile lasciare andare il rimpianto che aggrapparsi ad esso. Una donna che impara a lasciar andare il suo rimpianto può trasformare quell’energia autodistruttiva in attività più costruttive: arte di tutte le forme, lavoro di volontariato, nutrire gli altri e se stessa.

Sperimentare emozioni intense dopo un aborto può significare a volte che i sentimenti che circondano l’aborto hanno riaperto vecchie ferite emotive. Una donna che può identificare da dove vengono i suoi sentimenti può ottenere una visione della sua vita e di come può cambiare le cose per sentirsi meglio con se stessa. Per quanto possa essere difficile, usate questo come un’opportunità per imparare e crescere piuttosto che rimanere bloccati e depressi.

Se state provando sentimenti intensi, di rimpianto o altre emozioni, parlate con un consulente. Questi sentimenti possono essere molto difficili da affrontare e non devi farlo da solo. Quando hai questi sentimenti intensi, prova a fermare il tuo pensiero e ripeti: “Sono solo un essere umano. Sto facendo il meglio che posso”

Siiii gentile e delicato con te stesso; mostrati compassionevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.